26.03.2008 Storie , ,

Auguri a Lawrence Ferlinghetti, 89 anni, patriarca della Beat Generation

Ferlinghetti

Ferlinghetti

Ieri 24 marzo Lawrence Ferlinghetti, poeta americano di origini bresciane, pittore, editore e patriarca della Beat Generation, ha compiuto 89 anni.
Italiani di Frontiera gli fa gli auguri, con la speranza di intervistarlo ed inserire la sua preziosa voce a fianco di quelle di ricercatori e manager dell’hi tech trapiantati a poca distanza dalla sua San Francisco.
Dobbiamo tutto agli hippie“, aveva scritto il settimanale Time nel “lontano” 1995 (ere geologiche per i ritmi hi tech), soprendendo molti nell’individuare nel movimento pacifista degli anni Sessanta l’anima libertaria che ha ispirato la rivoluzione informatica e una tecnologia di comunicazione universale, per tutti e senza padroni (o quasi) come Internet, offrendo risorse imprevedibili alla creativita’ dell’individuo.

E’ dalla Beat Generation che quel movimento e’ sorto. Ed alle inquietudini esistenziali di quell’epoca, spinte talvolta sino all’autodistruzione, Ferlinghetti e’ sopravvissuto come testimone di uno spirito che pur tormentato non si e’ estinto ripiegandosi su se stesso.
Per questo gli rendiamo omaggio. Qui il video di Ferlinghetti che recita una sua poesia.
Ecco la sua pagina su Wikipedia il link alla sua celebre libreria casa editrice City Lights. E lo speciale con interviste e registrazioni, sul sito Democracy Now! in occasione del cinquantenario, un anno fa, della pubblicazione di “On the Road” di Jack Kerouac, manifesto della Beat Generation.
In quella circostanza, Ferlinghetti compose la poesia atto d’accusa del video qui sopra, ispirandosi ai versi del poeta libanese Kahlil Gibran.
Qui la poesia di Ferlinghetti.
Questa la traduzione.

Pieta’ per la nazione che ha un popolo di pecore e dei pastori che gli mentono.
Pieta’ per la nazione i cui capi sono bugiardi, i cui saggi sono zittiti.
Pieta’ per la nazione che non leva la sua voce se non per esaltare i conquistatori ed acclamare i prepotenti come eroi e mira a dominare il mondo con la forza e la tortura.
Pieta’ per la nazione che non conosce altra lingua che la propria ne’ altra cultura che la propria.
Pieta’ per la nazione il cui respiro e’ danaro e dorme il sonno di chi ha mangiato troppo.
Pieta’ per la nazione – oh, pieta’ per il popolo che ha permesso venissero erosi i suoi diritti e cancellate le sue liberta’.
Paese mio, tue lacrime , dolce terra di liberta’.


Articoli correlati

I Servizi di IDF

Flash

09.04.2015

A Viterbo con Medioera l’esordio per il libro “Italiani di frontiera”, in uscita il 15 aprile

Pochi giorni all’uscita in libreria ma per “Italiani di frontiera. dal West al Web: un’avventura a Silicon Valley” (EGEA)  è già arrivato il momento di una vetrina con un grande evento  (dopo l’anticipazione al  Global Entrepreurship Congress alla Fiera di Milano ospite di InnoVits). Un piacere tornare a Viterbo fra amici fantastici, gli organizzatori di Medioera, festival della cultura … leggi tutto »

04.04.2015

L’uscita del libro “Italiani di frontiera” annunciata in California dal console generale a San Francisco Mauro Battocchi

Un piacere e un onore, che un grande amico come Mauro Battocchi, console generale d’Italia a San Francisco, abbia voluto annunciare con parole generose l’uscita del libro “Italiani di frontiera. Dal West al Web: un’avventura a Silicon Valley” (EGEA) nel suo bel blog San Francisco, Italy, molto seguito soprattutto dalla comunità italiana in California. Grazie … leggi tutto »

Tutti i Flash >>

Eventi

10.05.2013

Tour al via alla scoperta di Facebook e Stanford. Con una sorpresa al ristorante giapponese…

Pronti via. Con al volante Massimo, simpatico romano che vive a San Francisco da oltre quarant’anni, l’Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2015 parte di primo mattino dalla base, Comfort Inn di Redwood City, alla volta della prima tappa, il quartier generale di Facebook a Menlo Park. Gruppo più compatto, siamo insieme da poche ore … leggi tutto »

10.05.2013

L’anteprima del libro di IdF all’evento L’Oréal, le immagini di una giornata memorabile

  Quante emozioni, all’evento Canvass L’Oréal al Vodafone Village di Milano, 31 marzo 2015.   Trenta minuti di storytelling Italiani di Frontiera, con in anteprima le prime copie del libro, in uscita il 15 aprile, che l’azienda ha donato a tutti i 300 partecipanti.  Sul palco con Orazio Attanasio e Germano Lanzoni, alla fine un’accoglienza persino … leggi tutto »

Eventi >>

Youtube channel