Alla scoperta di Silicon Valley con Italiani di Frontiera

 

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour a Google, con la Google car utilizzata per Street View

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour a Google, con la Google car utilizzata per le riprese di Street View

   “La Silicon Valley non è in California… bisogna averla nella testa. E’ importante capire le proprie potenzialità e il modo di metterle in evidenza. Nel Tour fatto con Italiani di Frontiera ho ricevuto molti spunti che mi hanno aiutato a capire come svilupparle”. 

Nicola Del Din titolare di Blackfin (Agordo) occhiali al titanio 

 

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour davanti alla celebre insegna del quartier generale di Facebook, Menlo Park

Una settimana in California, alla scoperta di Silicon Valley attraverso incontri non stop, con straordinari connazionali, imprenditori e scienziati, da veterani Olivetti a giovanissimi startupper, per scoprire i loro segreti, conoscere quello spirito d’impresa che li fa primeggiare nella culla mondiale dell’innovazione: la Bay Area di San Francisco.

Un’esperienza straordinaria che non riguarda solo chi si occupa digitale. Perchè Silicon Valley non è un distretto industriale ma un luogo della mente. Dunque conoscerne i protagonisti, comprenderne i trend ma anche le radici storiche e culturali, con un occhio critico e fuori dagli stereotipi, diventa contemporaneamente un percorso di scoperta del talento italiano. Di quanto abbiamo di straordinariamente prezioso in campo globale, di quali barriere culturali occorra abbattere in patria per valorizzarlo.

L’Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour NON è un normale educational. E’ un’esperienza emozionale, un concentrato di idee, scoperte, suggestioni preziose per ogni tipo di profilo professionale.

Contemporaneamente, la serie di incontri straordinari consente di entrare a far parte di una community internazionale d’eccellenza che unisce i numerosi speaker dei nostri viaggi a centinaia di professionisti e studenti sparsi per l’Italia e all’estero, tra i quali i reduci dei precedenti Tour, che si riconoscono nei valori di Italiani di Frontiera. Il viaggio diventa così il primo passo per un profondo cambiamento nel proprio percorso, all’insegna di una maggior consapevolezza e fiducia, una visione più ampia e globale.

 

LA FORMULA

Una settimana a Silicon Valley così articolata:

– Sabato l’arrivo, con cena di presentazione e inizio del team building.

– Domenica alla scoperta di storia e radici di San Francisco, ”Why Silicon Valley Tour? To think Out of the Box”; inizio emozionale “a sorpresa”, poi una lunga passeggiata in città tra luoghi storici, personaggi e racconti, per comprendere come Corsa all’Oro e controcultura californiana siano le matrici culturali da conoscere, per capire la città ma anche Silicon Valley.

– Da lunedì a venerdì una dozzina di visite e incontri con altrettanti speaker, in sedi prestigiose da San Francisco a Palo Alto, da Berkeley a San Josè, con la possibilità di invitare ospiti a cena per ulteriori contributi, brevi e informali.

I Tour sono organizzati in collaborazione con Paolo Marenco, (La Storia nel Futuro) e SVIEC (Silicon Valley Italian Executives Council).

. Gli incontri sono intercalati da racconti, rimandi a musica, cinema e letteratura nello stile di storytelling di Italiani di Frontera, una formula che fa del viaggio nella Bay Area un’esperienza unica di aggiornamento professionale, arricchimento culturale e turismo colto.

 

Chi ha ospitato i Tour di Italiani di Frontiera

 Colossi come Google, Cisco, Facebook, HP, LinkedIn, Yahoo, IBM, VMware, Airbnb, Oracle, Salesforce

–  Campus e centri di ricerca delle università di Stanford e Berkeley

– Società d’avanguardia come Meta, NetApp, MobileIron, Quid, Cohesity

– Aziende innovative con una matrice made in Italy come Cloud4Wi, a3Cube, Mashape, Novedge

–  Incubatori come Bootup World, WeWork, US Market Access 

 – Eventi di networking organizzati da Consolato Generale d’Italia a San Francisco SVIEC (Silicon Valley Italian Executives Council), Mind the Bridge e BAIA (Business Association Italy America). 

 

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour davanti al garage di Hewlett e Packard a Palo Alto, luogo di nascita di Silicon Valley

IdF Silicon Valley Tour avanti al garage di Hewlett e Packard a Palo Alto, luogo di nascita di Silicon Valley

 

  

 

LA GUIDA

Giornalista curioso”, Roberto Bonzio, dopo una carriera in redazione (Gazzettino, Giorno, agenzia Reuters)  dal 2011 ha lasciato stipendio e posto fisso per dedicarsi a tempo pieno al suo progetto multimediale, partito con sei mesi trascorsi con famiglia a Silicon Valley, ideato, organizzato e realizzato interamente da solo. Dal 2011 ha condotto tredici Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour con oltre 250 partecipanti di ogni età, regione e settore. Per il suo lavoro gli Alumni dell’Università di Venezia lo hanno premiato con il titolo di Cafoscarino dell’Anno.

IL PROGETTO ITALIANI DI FRONTIERA

Italiani di Frontiera è oggi una community internazionale, nata oltre che dai Tour a Silicon Valley, dal forte impatto ispirazionale di oltre 200 fra storytelling, conferenze e seminari ospitati in importanti eventi in tutt’Italia e all’estero, una costante presenza nei social media e nei media tradizionali, un libro (EGEA 2015, prefazione di Gian Antonio Stella) uno spettacolo teatrale (“Dobbiamo tutto agli Hippie. Alle radici della New Economy”, regia di Alessio Mazzolotti) che ha esordito lo scorso ottobre a Vicenza e nel 2018 girerà l’Italia.

Presentazioni Italiani di Frontiera sono state ospitate in grandi eventi da istituzioni (Ministero degli Esteri, CONI, Ambasciata USA, Confindustria, Compagnia delle Opere, Coldiretti, Ordine dei Giornalisti, Università), grandi aziende (Intesa Sanpaolo, Pirelli, Telecom Italia, IBM, Cisco, Oracle, Luxottica, Siemens, Generali, Tiscali, BNP Paribas, Chiesi Farmaceutici, L’Oreal, Studio Ambrosetti), in sedi prestigiose in tutt’Italia e all’estero (San Francisco, Palo Alto, Berkeley, Washington, Londra, Berlino, Montecarlo, Ginevra, Canterbury).

 

 

 

 COMMENTI AL PROGETTO

Ho imparato molte cose nuove guardando il tuo lavoro… quando uno è dentro, non ha la visione a 360… come può avere uno che guarda successivamente e vede connessioni che io certamente non avevo visto.

Federico Faggintra i padri del microchip, inventore della tecnologia touch

“ Era la prima volta che vedevo Italiani di Frontiera. Sono rimasto colpito in maniera molto molto positiva…era impressionante quante volte mi riconoscevo nelle cose… molto uplifting, prende lo spirito e te lo solleva”.

Lorenzo Thionecreatore del motore di ricerca Bing di Microsoft e produttore di musical a Broadway

“Roberto Bonzio è oggi forse il più grande esperto, il più grande storyteller, il più grande raccontatore di quest’epica della Nuova Frontiera. Di cosa significa andare fuori, mettersi in gioco e magari tornare qua… e portare le ricchezze create….”.

Riccardo Luna direttore Agenzia Italia, già direttore di Wired e CheFuturo!

Le bellissime parole dedicate a Italiani di Frontiera da Lorenzo Ortona, Console Generale d’Italia a San Francisco

 

 CHI E’ VENUTO IN PASSATO

Negli anni scorsi abbiamo organizzato viaggi con Assolombarda, Intesa Sanpaolo, Unindustria Brindisi, Gruppo Giovani Unindustria Belluno, Confindustria Cesena, Consorzio Brescia Export, Associazione Italiana Direttori Personale, Giovani Imprenditori Assocalzaturifici, Spegea Business School e Magnetic Media Network.  Ma molti dei partecipanti hanno aderito ai nostri viaggi individualmente o in piccoli gruppi.

I TOUR NEI COMMENTI DI CHI HA PARTECIPATO

 – “Le visite sono state molto interessanti, i relatori e le relatrici di spessore e tanti sono stati gli argomenti sui quali porre le basi per riflessioni future… Oltre l’aspetto educativo e formativo importante è stato anche il tuo modo, Roberto, di relazionarti con le persone coinvolte che ci ha permesso di entrare intimamente nel rapporto conoscitivo con l’ecosistema della Silicon Valley. Per quanto mi riguarda l’obiettivo è stato ampiamente raggiunto. Grazie”. Mariacristina Gribaudi, presidente Keyline (Treviso) e di Fondazione Musei Civici Veneziani  

– “Osservare l’ecosistema industriale in SV ed esserne trasportato/travolto è qualcosa che ha modificato il mio DNA come lavoratore ma come individuo più in generale. “. Stefano Borghi, manager Sisal spa (Milano)

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour a Giannini Plaza, intitolata al fondatore di Bank of America

– “Che bello, chi l’avrebbe mai detto! Sapevo che era un bel viaggio…ma non cosi’ bello!!! Roberto Bonzio è bravissimo e l’organizzazione è collaudata e perfetta, sono contentissimo di essere venuto, è veramente un esperienza di vita. COMPLIMENTI”. Vittorio Bonomi, Area Manager Enolgastech (Miami) 

– “Un’esperienza incredibile. Ero partito con grandi aspettative e invece sono state addirittura superate. Mi sono arrivati dei messaggi molto forti… tenterò di portare questi vantaggi anche alla mia cerchia di lavoro, alla mia cerchia personale. Grazie Roberto”! Giovanni De Cesare, consulente Formazione e Risorse Umane Bosch (Milano)

Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2014: Google Earth panoramico nella sede Google

“Una settimana incredibile come fossero state due o tre, per la densità delle cose fatte, per le persone incontrate, che ci hanno trasmesso il loro entusiasmo, la loro voglia di fare, la fiducia che questo posto poi ti comunica e di cui ci si riempie. Le cose che abbiamo visto qui sono davvero incredibili”. Cristina Toffolon, psicologa esperta di Risorse Umane (Padova)

– “E’ stata un’esperienza meravigliosa, fuori dagli schemi. Ho avuto l’opportunità di vedere cose e parlare con persone incredibili. Consiglio a tutti di partecipare al Tour qualsiasi lavoro facciate perchè vi toglie quel tappo, vi spazza via quegli schemi mentali che noi purtroppo quotidianamente tendiamo a farci”. Tristano Grandinetti, titolare della Grandinetti srl, pavimenti in graniglia, (San Severino Marche Macerata).

 “Una cosa fantastica. Roberto ha la solita carica, ci dà veramente tantissimo. Ho avuto la fortuna di vedere live Roberto live in Silicon Valley. E’ stata un’esperienza meravigliosa. Abbiamo avuto modo di vedere veramente quello che è la Silicon Valley, abbiamo scoperto ogni singola storia, ogni singolo momento… una meraviglia”.

Vladimiro Buda esperto Business Intelligence e Big Data Onit Group (Cesena), Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2013

IMG_2018

– “Silicon Valley è un acceleratore dei sensi legati al business, un’adrenalina che ti resta dentro quando torni a casa e il domani lo vedrai cosciente delle opportunità perse e determinato a catturarne altre”.

Alessandra Chiara Guffanti, Presidente Nazionale Gruppo Giovani Sistema Moda Italia  (Milano) – Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2011

– “Roberto, hai fatto una cosa grandiosa nell’organizzazione di questo Tour, perchè sei riuscito a rendere il gruppo veramente amalgamato, coeso, e sei riuscito a farlo subito. E questo è stato importante perchè ha permesso al Tour di svolgersi in modo molto fluido, piacevole per le persone. Sei riuscito a creare veramente un ottimo feeling tra le persone. Mi è piaciuto davvero tanto”.

Massimo Viglione, fondatore stratup Reios (Novara). Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2016 

                                    

Cosa ci si porta a casa? La parola ad alcuni reduci dei recenti Tour, in questo video…

A questo link il bellissimo diario del Tour 2016 in collaborazione con AIDP, realizzato da Luca Vignaga, direttore HR di Marzotto.

Qui sotto invece lo straordinario reportage sul Tour 2016 con Magnetic Media, realizzato e prodotto da Stefano Giambellini (Incontroluce), affiancato nelle interviste da Priscilla Cavaliere.

 

 

Con Paolo Marenco a Redwood City, dopo il primo Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour, 2011

Con Paolo Marenco a Redwood City, dopo il primo Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour, 2011

 

Info: outofthebox@italianidifrontiera.com

IMG_1636

Salvatore Arena startupper (Megabytes Expanding). Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2015


I Servizi di IDF

Flash

10.09.2015

Progetto, spettacolo, libro: Italiani di Frontiera e “Dobbiamo tutto agli Hippie” in articoli, recensioni, interviste video e in radio

Il Corriere della Sera, 17 aprile 2015, nella pagina di apertura della sezione Cultura & Spettacoli la prefazione di Gian Antonio Stella, due giorni dopo la pubblicazione del libro.   EconomyUp, 5 giugno 2018 presentazione di “Dobbiamo tutto agli Hippie. Alle radici della New Economy” dopo Milano in arrivo a Roma La Gazzetta del Mezzogiorno 29 … leggi tutto »

15.07.2015

Cristina Dalle Ore un’Italiana di Frontiera nel team NASA della sonda che ha raggiunto Plutone

“Caro Roberto: è sempre un super piacere sentirti! Complimenti per il libro di cui sono orgogliosa di esser parte”. Da alcune ore Cristina Dalle Ore, astronoma trevigiana, è rimbalzata  su schermi e siti di tutto il mondo, nelle immagini della squadra che alla NASA ha festeggiato il successo della missione della sonda che ha raggiunto Plutone (nella … leggi tutto »

Tutti i Flash >>

Eventi

10.05.2013

“Dobbiamo tutto agli Hippie”, un successo la prima nazionale a Vicenza. E alla fine gli elogi sul palco di Federico Faggin!

  “Ho imparato molte cose nuove guardando il tuo lavoro… quando uno è dentro, non ha la visione a 360… come può avere uno che guarda successivamente e vede connessioni che io certamente non avevo visto…” Le parole di Federico Faggin (nel video con slideshow qui sopra) il padre del microchip e della tecnologia touch, salito sul … leggi tutto »

10.05.2013

“Dobbiamo tutto agli Hippie. Alle radici della New Economy”. Sul palco in anteprima nazionale a Vicenza per celebrare i visionari

Alcuni dei sogni di una generazione che cinquant’anni fa sperava in un radicale cambiamento della società occidentale, fra droga, eccessi ed estremismo politico si sono trasformati in incubo. Ma alla vigilia del cinquantenario del ’68 oggi più che mai è importante ricordare, specie ai più giovani, come la rivoluzione tecnologica che sta cambiando profondamente la … leggi tutto »

Eventi >>

Youtube channel

Error type: "Bad Request". Error message: "Invalid string value: 'asc'. Allowed values: [date, rating, relevance, title, videocount, viewcount]" Domain: "global". Reason: "invalidParameter". Location type: "parameter". Location: "order".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id HarpBonz belongs to a . Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.